bed breakfast nel salento

Gallipoli

Lunghezza : 88 Km.circa - Difficoltà : media
Pendenza media : 2% - pendenza max : 55
L’itinerario parte nello splendido centro storico della città di Gallipoli,

e precisamente lungo la strada che porta al borgo antico(01), e che separa il porto commerciale dal porto peschereccio , dal quale possiamo ammirare l’imponente Castello, oggi sede del Teatro Rivellino, che sembra galleggiare in un limpidissimo specchio d’acqua. Il percorso si sviluppa inizialmente attraverso le vie vicinale Imboto, Monaci e Li Foggi, strade poste a sud-est della città, lungo le quali è possibile ammirare le Masserie Pacciana, Monaci e Bianca, la zona umida denominata Fosso dei Samari, la pineta del Corpo Forestale, la Masseria Collina e la Masseria Li Sauli, completamente ristrutturata e bellissimo centro turistico. Da questa zona, proseguiamo in direzione del vicino Comune di Alezio, raggiungendolo attraverso la Vicinale Monte d’Elia, a margine della quale troviamo un’importante zona archeologica, di primario interesse culturale.
Pedalando attraverso via Rocci Perrella e Via S. Lucia, ci portiamo verso l’agro di Sannicola, e lungo la Via S. Lucia, si incontrano dei percorsi di interesse storico-ambientale, con la presenza di ville rurali di particolare valore storico e il Convento delle Suore. Proseguiamo il percorso nel territorio comunale di S.Nicola, dove si arriva inizialmente attraverso la predetta S.P. Alezio-S.Nicola, arrivando nella frazione di S. Simone, dove incontriamo il Convento delle Monache di Clausura di S. Teresa e l’Oasi Francescana. Continuando nell’itinerario, giungiamo al Castello, costruito nel XVII secolo, oggi completamente ristrutturato ed abitato. In questo punto, ci sembra di essere in un angolo del Mediterraneo, i colori del bianco e dell’azzurro si susseguono, mentre accanto, si nota il delizioso ristorante Agape, con interni eleganti e tradizionali, dove gustare una suggestiva cena al lume di candela. Abbandonando San Simone, ci dirigiamo nel territorio di Tuglie, dove l’itinerario si snoda, quasi interamente, intorno al centro abitato, su strade provinciali e comunali e verso la piccola frazione di Montegrappa. All’ingresso dell’abitato, possiamo ammirare una suggestiva scena del Cristo Crocifisso e dei Ladroni, mentre, giungendo nel centro Storico, è interessante ammirare la facciata della
Chiesa della Madonna dell’Annunziata e l’adiacente Torre dell’Orologio.
Ai margini del paese, e inoltrandoci nel percorso, è visibile un insediamento rupestre, la Masseria Carignani, i resti di un Convento del XVI secolo, una zona archeologica, il Palazzo Ducale, i Menhir di Monte Prino , Sciroccoe Camascia, nonché un’ampio boschetto di pini, dove sostare per una breve pausa. L’itinerario prosegue attraverso la S.P. che da Tuglie porta nell’abitato di Neviano. Sul percorso, incontreremo alcune costruzioni di carattere storico ed architettonico, come la Masseria Donna Laura, il Casale S. Nicola di Magugno, le Serre Salentine di Neviano, il Santuario della Madonna delle Nevi, l’Oratorio, il Castello, del XVII secolo, eretto da Giò Orsini del Balzo, con il bel mosaico rappresentante le merlature della torre, la Cattedrale e la splendida Masseria Mea(02), del XVIII secolo, oggi proprietà Costantini, nel cui interno si conservano splendidi decori.
Spostandoci dal Comune di Neviano, ci dirigiamo verso il territorio di Seclì, lungo la Via Cilina, e dopo avere attraversato il centro abitato, ritorneremo verso Sannicola, attraverso la vecchia S.P. Sannicola -Seclì. Il centro storico di Secli ci offre il Palazzo Baronale, il Convento dei Frati minori (03), la Masseria Castriota e la Masseria Lo Prieno. A questo punto, l’itinerario si sposta in direzione del successivo paese di Sannicola, percorrendo un percorso misto tra la vecchia strada Sannicola-Galatone, ora Strada Provinciale e strade interne, sino a raggiungere il centro abitato del paese, dove segnaliamo la Chiesa della Madonna delle Grazie, che risale al XVII secolo, il Frantoio Ipogeo, e successivamente,
la frazione di Chiesanuova. Proseguendo nella zona limitrofa di Sannicola, si incontrano splendidi uliveti secolari, la Masseria Portolano, una serie di Ville gentilizie, edificate nel secolo scorso , tra cui Villa Ravenna, Villa Cartenase, Villa Pasca e Villa Bardoscia (04), dall’imponente ingresso color rosa.
Tutt’intorno, un’evidente area a macchia mediterranea caratterizza il tratto di strada, e pedalando su sentieri interni, troviamo, in sequenza, la Masseria Nuova, la Masseria Ravenna e la Masseria Tre Pietre.
All’uscita del paese, l’itinerario volge verso la S.P. che dalla Statale 101 porta ai Comuni di Nardò, e alla frazione di Santa Maria al Bagno, bellissima residenza balneare, posta su uno dei tratti di scogliera più belli della costa ionico-salentina, che si unisce con la spiaggia di S.Caterina, immersa in un’acqua verdissima e circondata da un’incantevole pineta, e da uno dei più infuocati e romantici tramonti che il Salento può offrire. In lontananza, scorgiamo l’imponente figura della Torre dell’Alto, che domina, solitaria, lo spettacolo. Lasciando S. Maria al Bagno, e proseguendo sul tratto di strada che si dirige verso Gallipoli, vedremo, prima di uscire, quasi allineate alla scogliera, le Quattro Colonne (05), quattro torri di difesa, ormai quasi dirute dalla storia e, procedendo, sulla nostra sinistra, la Montagna Spaccata, un’ampia zona pinetata, la spiaggia delle Conchiglie, la Basilica bizantina di San Mauro, la Masseria Sansonetti e la Torre Fortificata. Proseguendo lungo la strada, che curvilinea costeggia il mare, dopo alcuni chilometri, rientreremo a Gallipoli, punto di partenza del nostro itinerario.

Il tuo browser non supporta questa scrollbar.
Salento in Bici...

ALIMINI E DINTORNI (0 foto)
CASTELLI - CANTINE - TERRE NERE (3 foto)
PORTO CESAREO - SANTA MARIA (5 foto)
SERRE - MANCAVERSA (3 foto)
D’AURIO CERRATE - LA RIFORMA (2 foto)
FINIBUS TERRAE (6 foto)
GALLIPOLI (2 foto)
GROTTE - CRIPTE (9 foto)
GIRO DEI CANALI (4 foto)
GRECIA SALENTINA (5 foto)
AUSENTUM (2 foto)
LECCE ARCHEOLOGICA (9 foto)
MAGLIE - MAGLIE EST (5 foto)
OTRANTO (6 foto)
ACAYA - CESINE - ROCA (2 foto)
TRICASE (6 foto)


Foto correlate (2)

Il Salento
5 articoli e curiosità ▼
Per Saperne di più...
2 articoli per veri appassionati ▼
Salento in Bici
16 Itinerari da percorrere in bici ▼
3. IL VINO

La storia del vino si è sempre intrecciata alle vicende degli uomini;
Così scriveva a suo riguardo il famoso scrittore greco Euripide ’’il vino antidoto di ogni dolore, senza di lui l’amore non vive ed ogni altra gioia muore’’.

Nel mondo greco si pensava che il vino si potesse bere solo diluito con acqu [...]

2. CARTODROMO LA CONC ...

La Conca è un circuito internazionale, la cui pista sorge all’interno di un piú grande centro sportivo in provincia di Lecce, tra Maglie e Muro Leccese. La sua posizione geografica lo situa all’interno di una cornice naturale stupenda.

La struttura è stata sede di campionati regionali, mondiali e tutt’ora ospita g [...]

8. GROTTE - CRIPTE

Lunghezza: 45 Km. circa - Difficoltà: media
Pendenza media: 3% - Pendenza max: 5%
La prima parte dell’itinerario è incentrata su una zona che presenta una notevole rilevanza archeologica, ubicata nel territorio di Poggiardo, e percorribile prevalentemente attraverso la viabilità comunale esistente, la quale è per u [...]




Bed and Breakfast Antico Camino - 73036 Muro Leccese, Patella Nadia - Via Tripoli, 35 | Tel. (+39) 329.0754347


Bottone Scambio Directory Pubblicitaonline.it Web Directory
Bed And Breakfast Nel Salento Bed & Breakfast Nel Salento B&b Salento Bed & Breakfast Lecce Giardino Botanico La Cutura B&b Salento Bed & Breakfast Salento Kartodromo La Conca