Antico Camino

Dal nostro Blog

Lecce

Lecce, detta la “Firenze del sud”, si trova adagiata su una pianura ai piedi dell’altopiano del Salento. E’ una delle città più interessanti della regione per la sua fisionomia architettonica, tipicamente seicentesca. Lecce è il trionfo del barocco, di cui se ne assapora la bellezza passeggiando tra chiese, piazzette e palazzi. La visita della città può iniziare da Piazza Duomo, una delle opere monumentali che meglio rappresenta la magnificenza dello stile leccese. Oggi è considerata il salotto più chic della città, un tempo invece era utilizzata come cittadella fortificata. Il perimetro della piazza è costituito dal Palazzo Vescovile, il Palazzo Seminario e l’alto campanile di cinque piani. Procedendo nella passeggiata troviamo Piazza Sant’Oronzo, intrisa di storia, che narra dell’epoca romana con i resti dell’Anfiteatro. Oggi viene utilizzato per rappresentazioni di ogni tipo, dal presepe che fino a poco tempo fa veniva realizzato al suo interno nel periodo natalizio. Sull’alta colonna svetta la figura del santo raffigurato nell’atto della benedizione. La statua bronzea venne eretta nel Seicento utilizzando parte delle colonne romane posizionate sull’antica via Appia.

Se si è interessati all’arte si può visitare la chiesa di Santa Maria delle Grazie dove sono custoditi interessanti affreschi e opere lignee e il Palazzo del Seggio di epoca rinascimentale, sede di importanti esposizioni. Merita una visita la Basilica di Santa Croce con la sua splendida facciata la quale anticipa la bellezza degli interni e l’imponente Palazzo dei Celestini, della metà del ‘500, oggi sede della Provincia e della Prefettura. Le chiese barocche sono davvero tante e tutte diverse: scenografica la Chiesa di San Matteo con la facciata convessa in basso e concava in alto, la Chiesa del Rosario che colpisce lo sguardo la sua grandiosa facciata, la Chiesa di Santa Chiara con la sua forma ottagonale, quella di Santa Irene che presenta due colonne corinzie sul portale e la Chiesa del Rosario costruita su disegno di Giuseppe Zimbalo. Dietro la piazza troviamo il Castello Carlo V, tipica costruzione difensiva, lo storico Teatro Paisiello, le tre porte d’accesso alla città: Porta Rudiae, Porta Napoli e Porta San Biagio.